La fede dominante, in Emanuele Severino, Dispute sulla verità e la morte, Rizzoli, Milano 2018, pp. 204-205

Il pensiero filosofico di EMANUELE SEVERINO

E’ ormai dominante la fede che gli essenti provengono dal loro essere stati nulla, ‘nihil absolutum’. Domina sia la tradizione dell’Occidente, sia il mondo presente che a tale tradizione ha da tempo voltato le spalle. Tutte le cose sono create ‘ex nihilo sui’ (dalla loro assoluta nullità): esista un creatore o non esista (sì che, in questo secondo caso, esse siano precedute soltanto dalla loro assoluta nullità). Ma è necessario che il nulla da cui esse escono sia insieme la loro ‘possibilità’. Se il nulla fosse l’impossibilità che esse incomincino a essere, non potrebbe esistere alcunché. ( Come altrove ho chiarito, il nulla da cui esse provengono è pertanto ‘assoluto’ e, insieme, è un essente, giacché la possibilità è un modo di essere: poiché l’impossibile è nulla il possibile è un modo di essere.) Ma a sua volta la possibilità che è l’inizio a partire dal quale ogni essente (ossia…

View original post 123 altre parole